Rassegna di Archeologia. A. Preistorica e protostorica. B. classica e postclassica.

«Rassegna di Archeologia» è una rivista scientifica di classe A (Area 10) pubblicata annualmente in due fascicoli, a cura dell’Associazione Archeologica Piombinese, con il contributo della Provincia di Livorno e del Comune di Piombino

Rassegna di Archeologia (fino al numero 17)
ISSN:
1721-6281

Rassegna di Archeologia. A. Preistorica e protostorica
ISSN: 1721-629X; e-ISSN: 2039-2826

Rassegna di Archeologia. B. Classica e postclassica
ISSN: 1721-6303; e-ISSN: 2039-2834

  • Comitato di redazione: G. Bartoli, R. Belcari, P. Cavicchi, F. Fedeli, A. Galiberti, L. Giannoni, P. Gorini, C. Murolo, M. Ricci
  • Indirizzo di redazione: C.P. 109 – 57025 Piombino LI
  • Direttore  responsabile: I. Tognarini
  • Consulenti scientifici: S. Bruni, G. Ciampoltrini, G. De Tommaso, L. Donati, R. Grifoni Cremonesi, M. Massa
  • Edizione e distribuzione: Edizioni All’Insegna del Giglio s.a.s.
  • Reg. Trib. di Firenze n. 3045 del 5.7.1982

«Rassegna di Archeologia» è una rivista creata nel 1979 dall’Associazione Archeologica Piombinese, che ne cura la redazione, con l’intento di dare spazio alla pubblicazione di lavori inediti di ambito archeologico, relativi ad un arco temporale compreso tra Preistoria e Medioevo. Secondo l’idea che ogni reperto deve essere catalogato, descritto e reso di pubblico dominio, la rivista ha sin dall’inizio dato spazio anche a studi che, pur presentando una loro validità, trovavano difficoltà ad essere accolti in altre sedi o relativi a manufatti apparentemente di modesta entità, ma in grado di rivestire una propria importanza sul piano archeologico, per una più approfondita conoscenza del territorio e della distribuzione topografica degli insediamenti. Inoltre, pur privilegiando l’ambito regionale, l’intento della rivista è stato sempre quello di accogliere contributi relativi a qualsiasi area geografica. Dal 2001 la rivista si è trasformata da periodico annuale in semestrale e, per offrire ai propri lettori un prodotto sempre più aderente agli interessi individuali, ha assunto una nuova configurazione, articolandosi in due diverse sezioni di impostazione tematica differenziata, acquistabili separatamente: la sezione A interamente dedicata a preistoria e protostoria; e la sezione B dedicata a studi e lavori relativi all’archeologia classica, medievale e postmedievale. Negli ultimi anni, per far fronte alla sempre minore disponibilità di risorse, la rivista, pur mantenendo la stessa qualità di contenuti, è uscita riunendo più fascicoli in un unico volume.

Visualizzazione di tutti i 32 risultati

Visualizzazione di tutti i 32 risultati