Archeologia dell’Architettura, XXI, 2016 – Medioevo Fantastico. L’invenzione di uno stile nell’architettura tra fine ‘800 e inizio ‘900

40,00

Autore: Alexandra Chavarría (a cura di), Guido Zucconi (a cura di)
Anno di stampa: 2016
ISBN: 9788878146662
e-ISBN: 9788878146679

Descrizione

Riassunti e parole chiave, Abstract and Keywords: download del file in formato pdf

Il volume si apre con il ricordo di Gian Paolo Treccani, studioso importante, architetto restauratore e storico dell’architettura contemporanea e degli interventi di musealizzazione archeologica, membro della redazione della rivista e assai attivo nel gruppo che l’ha fondata nel 1996 collegando tra loro le discipline di “Restauro architettonico” e “Archeologia dell’architettura”. E al periodo in cui queste due discipline coincidevano (nella conoscenza delle architetture medievali e nella progettazione di edifici che le imitavano) è dedicato il monografico dal titolo “Medioevo fantastico. L’invenzione di uno stile nell’architettura tra fine ’800 e inizio ’900”. Il tema è trattato da due archeologi e cinque storici dell’architettura che ne analizzano le origini e lo sviluppo in alcune città (Padova, Verona, Milano, Siena e Napoli) e in relazione ai personaggi che ne furono i protagonisti (Pietro Selvatico, Camillo Boito, Luca Beltrami, Alfredo d’Andrade oltre ad altri meno noti). Nella sezione “Casi studio” vengono infine pubblicati quattro lavori (relativi alla topografia della via Latina e al complesso del Palatino a Roma, alla torre di Oyace in Val d’Aosta, e alla mensiocronologia di Rimini) che spaziano tra le architetture romane e medievale, a confermare quell’apertura cronologica che la rivista ha ultimamente adottato.

Sommario
  • Ricordo di Gian Paolo Treccani, di Gianfranco Pertot

Medioevo fantastico. l’invenzione di uno stile nell’architettura tra fine ’800 e inizio ’900

a cura di Alexandra Chavarría e Guido Zucconi

  • Alexandra Chavarría, Il “Medioevo fantastico” dalla prospettiva dell’archeologo
  • Guido Zucconi, Pietro Selvatico e Camillo Boito, tra Padova e Venezia
  • Fabio Gabbrielli, Giulio Rossi, Giuseppe Partini e il neomedievalismo nell’architettura civile senese del XIX secolo
  • Carolina Di Biase, “La città è un libro aperto”. Medioevo antico e moderno nella Milano di Luca Beltrami (1881-1906)
  • Teresa Cunha Ferreira, Alfredo d’Andrade tra Torino e il Portogallo: città, restauri, architetture
  • Andrea Pane, Da Errico Alvino a Lamont Young: percorsi del neomedievalismo a Napoli tra invenzione e restauro
  • Elisa Bernard, La Casa di Giulietta di Antonio Avena. Quando l’architettura diventa coup de théâtre

Casi di studio

  • Emanuele Gallotta, Una struttura inedita a sud del complesso augusteo sul Palatino
  • Mauro Cortelazzo, Renato Perinetti, La “Tornalla” di Oyace (AO). Una torre ottagonale del 1187
  • Nicola Leoni, Mensiocronologia dei laterizi nel centro storico di Rimini: prime analisi
  • Maria Grazia Cianci, Sara Colaceci, La via Latina: riscoperta dell’antico tracciato viario e delle sue strutture antropiche tra il III e IV miglio

Rececensione (in particolare pp. 72-73) in Bullettin Monumentale, 177-1, 2019

Informazioni aggiuntive

Peso0.702 kg
Dimensioni29 × 21 × 1.1 cm
Luogo di stampa

Firenze

Anno di stampa

Tipologia

Libro

Pagine

166

Illustrazioni

illustrazioni in bianconero e colore

Legatura

brossura

ISSN

ISBN

e-ISBN

Lingua

italiano, riassunti italiano, inglese, francese, portoghese

eBook

Anteprima in formato pdf
Acquista su Torrossa
Acquista su Google books
Acquista su Google play

Tramite il DOI accedi direttamente alle singole parti dei volumi
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Ricordo di Gian Paolo Treccani. Pertot, Gianfranco; DOI: 10.1400/248548
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Il Medioevo fantastico dalla prospettiva dell’archeologo. Chavarría, Alexandra; DOI: 10.1400/248549
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Pietro Selvatico e Camillo Boito, tra Padova e Venezia. Zucconi, Guido; DOI: 10.1400/248550
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Giulio Rossi, Giuseppe Partini e il neomedievalismo nell’architettura civile senese del XIX secolo. Gabbrielli, Fabio; DOI: 10.1400/248551
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. La città è un libro aperto: Medioevo antico e moderno nella Milano di Luca Beltrami (1881-1906); Di Biase, Carolina; DOI: 10.1400/248552
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Alfredo d’Andrade tra Torino e il Portogallo: città, restauri, architetture. Cunha Ferreira, Teresa; DOI: 10.1400/248553
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Da Errico Alvino a Lamont Young: percorsi del neomedievalismo a Napoli tra invenzione e restauro. Pane, Andrea; DOI: 10.1400/248554
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. La Casa di Giulietta di Antonio Avena: quando l’architettura diventa coup de théâtre. Bernard, Elisa; DOI: 10.1400/248555
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Una struttura inedita a sud del complesso augusteo sul Palatino. Gallotta, Emanuele; DOI: 10.1400/248556
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. La Tornalla di Oyace (AO): una torre ottagonale del 1187. Cortelazzo, Mauro|Perinetti, Renato; DOI: 10.1400/248557
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. Mensiocronologia dei laterizi nel centro storico di Rimini: prime analisi. Leoni, Nicola; DOI: 10.1400/248558
  • ISSN: 2038-6567; Archeologia dell’architettura: XXI, 2016. La via Latina: riscoperta dell’antico tracciato viario e delle sue strutture antropiche tra il III e IV miglio. Cianci, Maria Grazia|Colaceci, Sara; DOI: 10.1400/248559