La ceramica invetriata tardomedievale dell’Italia centro-meridionale

26,00

Autore: Stella Patitucci Uggeri (a cura di)
Anno di stampa: 2000
ISBN: 9788878141995

Descrizione

Con testi di Paul Arthur, Graziella Berti, Giancarlo Campanella, Claudio Capelli, Gianfranco De Benedittis, Giorgio Di Gangi, Francesca Di Renzo, Carlo Ebanista, Rosa Fiorillo, Filomena Fusaro, Anna Maria Giuntella, Alessandra Molinari, Simona Pannuzi, Stella Patitucci Uggeri, Paolo Peduto, Pietro Riavez, Marcello Rotili, Paola Tagliente.

Il volume raccoglie gli Atti del congresso “La ceramica invetriata dell’Italia Centro-Meridionale: bilanci ed aggiornamenti” tenutosi il 6 e 7 Maggio 1999 a Roma, presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il congresso ha visto l’attiva partecipazione di specialisti italiani e stranieri e ha evidenziato un panorama complesso, che mette in risalto come la ceramica invetriata comprenda una serie molto ampia e varia di produzioni, attive dall’undicesimo secolo in poi, in gran parte ancora poco conosciute.
In particolare, il Congresso ha affrontato i problemi relativi alle ceramiche a decorazione dipinta in verde e bruno, raramente anche in rosso, escludendo espressamente le ceramiche graffite; solo marginalmente ha considerato anche ceramiche monocrome.
È balzato in primo piano il significato cruciale del passaggio tra XII e XIII secolo, quando giungono in Italia improvvisamente e contemporaneamente due nuove tecnologie, quella della ceramica ingobbiata con rivestimento piombifero e quella della ceramica a rivestimento stannifero. Emerge con chiarezza come i prodotti a rivestimento piombifero appaiano di più largo consumo e di minor costo rispetto a quelli a smalto stannifero. Erano, dunque, un prodotto piuttosto popolare, che riveste dunque un notevole significato per la comprensione del contesto socio-economico.

Sommario

  • Stella Patitucci Uggeri, Introduzione
  • Graziella Berti, L’uso della vetrina piombifera su ceramiche importate e prodotte in centri della Toscana nord-occidentale tra la seconda metà del X ed il XV secolo
  • Alessandra Molinari, Dalle invetriate altomedievali alla maiolica arcaica a Roma e nel Lazio (secc. XII-XIV)
  • Simona Pannuzi, Le produzioni ingubbiate abruzzesi tra XIII e XV secolo
  • Anna Maria Giuntella, Francesca Di Renzo, Invetriata sparsa. Una probabile produzione di Corfinio
  • Paolo Peduto, La ceramica invetriata dalla villa Rufolo di Ravello
  • Marcello Rotili, L’invetriata da contesti stratigrafici dell’Irpinia
  • Carlo Ebanista, Filomena Fusaro, La ceramica invetriata del castello di Montella. Nota preliminare
  • Gianfranco De Benedittis, Il Castello di Roccamandolfi (Isernia)
  • Giancarlo Campanella, La ceramica invetriata RMR e bicroma dallo scavo di una torre di Ostuni
  • Paul Arthur, Le prime ceramiche invetriate monocrome in Terra d’Otranto
  • Paola Tagliente, La ceramica invetriata policroma nel basso Salento
  • Rosa Fiorillo, La ceramica invetriata dal castello di Lagopesole
  • Claudio Capelli, Giorgio Di Gangi, La ceramica invetriata in Calabria (sec. XI-XII). Dati archeologici e minero-petrografici
  • Pietro Riavez, ‘Atlit – ceramica RMR

Informazioni aggiuntive

Peso0.754 kg
Dimensioni28 × 20.5 × 1.4 cm
Autore

Numero e serie

Luogo di stampa

Anno di stampa

Tipologia

Pagine

Illustrazioni

Legatura

ISSN

ISBN

Lingua

,