Le ferriere preindustriali delle Apuane. Siderurgia e organizzazione del territorio nella Versilia interna

18,00

Autore: Margherita Azzari
Anno di stampa: 1990
ISBN: 9788878140714

Descrizione

L’area della Versilia è caratterizzata dalla presenza di importanti strati di calcari cristallini e di giacimenti minerari di varia natura, tanto che l’attività estrattiva di marmi pregiati ha spesso definito il profilo attuale del paesaggio versiliano. Tuttavia anche la lavorazione del ferro ha caratterizzato profondamente nel passato tale territorio, con la presenza in loco di miniere di minerale di ferro ma soprattutto, grazie all’abbondanza di acqua e ottimo legname (il cui sfruttamento ha lasciato delle tracce indelebili ed evidenti nel paesaggio), con gli opifici per la lavorazione del ferro locale ed elbano. Questi edifici del ferro dell’Alta Versilia sono stati oggetto di profonde modificazioni strutturali, e si trovano oggi ad ospitare segherie, officine meccaniche, abitazioni private; ma ci sono segni e strutture architettoniche che rendono inconfondibili tali beni culturali. Questo volume ricostruisce la storia di questi ‘oggetti storici’ per recuperarne i legami funzionali reciproci e con l’ambiente circostante, al fine di trarne una conoscenza approfondita dei tratti socio-economici della storia di questo importante territorio.

SOMMARIO

Per une geografia storica degli ‘opifici andanti ad acqua’ della Toscana pre-industriale e paleo-industriale, di Leonardo Rombai
PREMESSA

  • L’industria del ferro in Versilia dall’età comunale ai nostri giorni
  • Le fabbriche di Ruosina
  • La ferriera del gatto
  • Distendino di Cansoli
  • La ferriera di Malinventre
  • La ferriera dell’Argentiera
  • Gli edifizi e il palazzo di Seravezza
  • Il distendino del Cardoso
  • I magazzini di Marina
  • Indice dei nomi di persona e di luogo

Informazioni aggiuntive

Peso0.373 kg
Dimensioni24 × 17 × 1 cm
Autore

Numero e serie

,

Luogo di stampa

Anno di stampa

Tipologia

Pagine

Illustrazioni

Legatura

ISSN

ISBN

Lingua