SAIA, Monografie della Scuola Archeologica di Atene e delle Missioni Italiane in Oriente, XXVI. Camiro I. Le necropoli geometriche (940-690 a.C.). Scavi italiani 1928-1933

30,00

Autore: Isabella Bossolino
Anno di stampa: 2018
ISBN: 9789609559119

eBook

Carta

Descrizione

Oggetto di questo lavoro sono la revisione e lo studio dei contesti di epoca geometrica scavati da Giulio Jacopi e dalla missione italiana da lui diretta tra il 1928 e il 1933 nel sito di Camiro, sulla costa occidentale dell’isola di Rodi, e pubblicati immediatamente dopo nei volumi IV e VI/VII della rivista Clara Rhodos.
Diverse ragioni mi hanno spinto a iniziare quest’opera di revisione.

Questa revisione, di uno scavo che si può ormai definire “vecchio”, non appare d’altronde in questo momento storico isolata. Complici le complesse situazioni di università e soprintendenze, l’esigenza di salvare dall’oblio – e spesso dal degrado – le grandissime quantità di materiali conservati e a volte dimenticati nei magazzini e negli archivi si è fatta via via più concreta, fino a diventare un indirizzo di studio importante e auspicabile. Nel nostro caso, l’esigenza di un nuovo studio si è fatta più stringente per due ragioni ulteriori. In primo luogo, i contesti scavati a Camiro costituiscono una messe di informazioni molto importante: di grande interesse per il mondo greco della prima età del Ferro in generale, fondamentale per lo studio del Dodecaneso e dell’Egeo orientale. Nonostante questo, la loro risonanza nelle ricerche sull’argomento non è sempre stata quella che ci si aspetterebbe: la pubblicazione affrettata di Jacopi e le incongruenze e lacune che si riscontrano in alcune parti del lavoro hanno portato diversi studiosi, soprattutto stranieri, a ritenere, a torto, del tutto inaffidabili i materiali e i resoconti ad esso relativi, estromettendo così delle informazioni importanti dal discorso scientifico. È quindi uno degli obiettivi di questo lavoro quello di riorganizzare i contesti e i materiali, così da offrirli alla comunità scientifica in una forma più chiara e leggibile, perché tornino a fare parte del dibattito archeologico.

Sommario
  • Prefazione, di Emanuele Papi
  • Ringraziamenti
  • Introduzione
  • 1. Breve storia delle ricerche e degli studi
  • 2. Cenni di topografia delle necropoli
  • 3. Descrizione delle tombe e dei loro corredi
  • Avvertenze
  • 4. Rassegna morfologica dei materiali
  • Premessa
  • 4.1 Criteri di classificazione
  • 4.2 Vasellame ceramico
  • 4.2.1 Osservazioni macroscopiche sulle argille
  • 4.2.2 Forme chiuse
  • 4.2.3 Forme aperte
  • 4.3 Armi
  • 4.4 Figurine fittili
  • 4.5 Oggetti di ornamento personale
  • 4.6 Pesi fittili
  • 5. Inquadramento cronologico dei contesti tombali
  • 5.1 Tardo Protogeometrico e transizione al Geometrico Antico (940-900 a.C.)
  • 5.2 Geometrico Antico (900-850 a.C.)
  • 5.3 Medio Geometrico II (800-745 a.C.)
  • 5.4 Tardo Geometrico I (745-720 a.C.)
  • 5.5 Tardo Geometrico II (720-690 a.C.)
  • 5.6 Contesti non affidabili
  • 6. Inquadramento tipologico dei contesti tombali
  • 6.1 La tipologia delle tombe
  • 6.1.1 Inumazioni
  • 6.1.2 Cremazioni
  • 7. Brevi considerazioni sullo sviluppo diacronico delle necropoli
  • 8. Alcune riflessioni sui corredi e sulle strategie di rappresentazione
  • 8.1 Premessa metodologica
  • 8.2 Distinzioni orizzontali
  • 8.2.1 Sepolture infantili
  • 8.2.2 Distinzioni di genere
  • 8.3 Disposizione degli oggetti di corredo
  • 8.4 Distinzioni verticali
  • 8.4.1 Le tombe con vasi dell’età del Bronzo e diademi aurei
  • Conclusioni

Tabelle di presenza
Indice generale
Bibliografia
Περίληψη
Abstract
Avvertenze
Tavole

Informazioni aggiuntive

Peso0.480 kg
Dimensioni31 × 21 × 1.2 cm
Editore

Numero e serie

,

ISBN

ISSN

Luogo di stampa

Anno di stampa

Pagine

Illustrazioni

Legatura

Lingua

,

Tipologia