Pubblicato il

Sepolture di prestigio nel bacino Mediterraneo

Programma Convegno Pella 2017.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO
Convegno Internazionale di Studi
Casa Maria Ausiliatrice
Via Lungo Lago 64, Pella – NO
28-30 giugno 2017

Sepolture di prestigio nel bacino Mediterraneo (secoli IV-IX)

definizione | immagini | utilizzo

Comitato organizzatore

P. de Vingo – Università degli Studi di Torino
Y.A. Marano – Österreichische Akademie der Wissenschaften
J. Pinar Gil – Università degli Studi di Torino

Comitato scientifico

M. Beghelli Römisch-Germanisches Zentralmuseum
M. Braconi Università degli Studi Roma Tre
E. Cirelli Ludwig-Maximilians-Universität
P. de Vingo Università degli Studi di Torino
E. Droberjar Uniwersytet Opolski
D. Ferreri Università degli Studi di Bologna
V. Fiocchi Nicolai Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana
O. Heinrich-Tamáska Universität Leipzig
Y.A. Marano Österreichische Akademie der Wissenschaften
T. Milavec Univerza v Ljubljani
D. Paya Institut National de Recherches Archéologiques Préventives
J. Pinar Gil Università degli Studi di Torino
U. Volp Johannes Gutenberg-Universität
B. Ward Perkins University of Oxford

Mercoledì, 28 Giugno

9:00 ………… B. Nicolazzi Benvenuto del sindaco
9:10…………. P. de Vingo • Y. Marano • J. Pinar Gil Introduzione degli organizzatori

Sessione 1 prestigio e privilegio: la vita, il funerale, la tomba

Presidenza: M. KAZANSKI, E. POSSENTI
9:20…………. P.M. De Marchi – Civico Museo Archeologico di Arsago Seprio – Sepolture: la varietà dei privilegi in età longobarda
9:45…………. J. Pinar Gil – Università degli Studi di Torino – Inquadrare il prestigio: uno sguardo ai rapporti tra topografia, contenitori e corredi tombali nell’area mediterranea
10:10……….. G. Mangiameli – Università degli Studi di Bologna – Morte e prestigio: prospettive antropologiche
10:35……….. pausa caffè
11:00……….. C. Treffort – Université de Poitiers – Le privilège de l’écriture: les inscriptions funéraires comme éléments de distinction du défunt en Gaule au haut Moyen Age
11:25……….. G. Bellandi – Laboratorio OsteoArc, Z. Laffranchi – Universidad de Granada, A. Mazzucchi –
Laboratorio OsteoArc – Aspetti bioantropologici delle sepolture di elevato status sociale
11:50……….. P. Périn n- Musée d’Archéologie Nationale, V. Gallien – Institut National de Recherches Archéologiques Préventives – La tombe de la reine mérovingienne Arégonde (+ vers 580), épouse de Clotaire Ier (511-561) et mère de Chilpéric Ier (561-584)
12:15……….. A. Chavarría Arnau – Università degli Studi di Padova – Cimiteri altomedievali in Italia settentrionale: riflessioni intorno al concetto di sepoltura privilegiata
12:40……….. pausa pranzo

Sessione 2 materialità della tomba: aspetto, frequentazione, utilizzo

Presidenza: F. BARATTE, V. FIOCCHI NICOLAI
14:15……….. A. Rossi – ITT-LSA Ettore Molinari – Sepolture ad sanctos, culto dei defunti e “controllo” delle reliquie al tempo di Agostino
14:40……….. G. Faccani – Universität Zürich – Martigny et Genève: deux sièges épiscopaux de l’Antiquité tardive dans le contexte de leurs tombes précoces
15:05……….. M. Rotili – Università degli Studi della Campania – Alcune sepolture di prestigio da contesti meridionali
15:30……….. F. Abou Sekeh – Römisch-Germanisches Zentralmuseum – Les tombes des monastères syriens: humilité et/ou prestige?
15:55……….. pausa caffè
16:15……….. S. de Blaauw Radboud – Universiteit Nijmegen – A papal mausoleum in late-imperial Rome: Leo the Great in St. Peter’s
16:40……….. M.A. Utrero Agudo – Consejo Superior de Investigaciones Científicas – Late Antique and Early Medieval ecclesiastical architecture in Hispania: from stratigraphy to interpretation of its burials
17:05……….. E. Destefanis – Università degli Studi del Piemonte Orientale – La scultura funeraria altomedievale: uno sguardo archeologico su contesti, produzione e ideologia della morte
17:30……….. Aperitivo poster
19:30……….. Cena

Giovedì, 29 Giugno

Sessione 3 scenari: geografie, topografie, contesti

Presidenza: M. JURKOVIĆ, M. ROTILI
9:00…………. D. Nuzzo – Università degli Studi di Bari – Sepolture privilegiate nella città di Roma e nel suburbio tra tarda antichità e alto medioevo
9:25…………. M. Moliner – Ville de Marseille – Des sépultures privilégiées de l’Antiquité tardive à Marseille. À propos de certains caractères des découvertes archéologiques de l’abbaye Saint-Victor et de la rue Malaval
9:50…………. C. Ebanista – Università degli Studi del Molise – Le sepolture privilegiate a Napoli e Cimitile tra tarda antichità e medioevo
10:15……….. J. Sales Carbonell – Universitat de Barcelona – Power, privilege and prestige: the state of research in Late Antique Tarraconensis
10:40……….. pausa caffè
11:00……….. V.G. Rizzone – Studio Teologico San Paolo, A. Sammito – Soprintendenza Beni Culturali e
Archeologici di Ragusa – Sepolture privilegiate nei cimiteri paleocristiani di Sicilia e Malta
11:25……….. F. Baratte – Université Paris-Sorbonne IV – L’Afrique de la fin de l’Antiquité : sépultures privilégiées ou sépultures de prestige?
11:50……….. E. Micheletto – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di
Alessandria, Asti e Cuneo – L’inumazione privilegiata in Piemonte: stato della ricerca
12:15……….. T. Vida – Eötvös Loránd Tudományegyetem – Prestige inhumation in Pannonia, between Mediterranean, Germanic and Steppe traditions
12:40 ………. pausa pranzo
14:15……….. Y.A. Marano – Österreichische Akademie der Wissenschaften – Strategie della memoria. Le sepolture privilegiate della Grecia protobizantina
14:40……….. E. Tzavella – Anoikto Panepistemio Kyprou – How to become visible: elite burials in Greece of the Byzantine ‘Dark-Age’ period (7th-9th centuries)
15:05……….. E. Nallbani – Centre National de la Recherche Scientifique, V. Gallien – Institut National de
Recherches Archéologiques Préventives – Inhumation et statut social privilégié dans l’ouest des Balkans au haut Moyen Age
15:30……….. M. Jurković – Sveučilište u Zagrebu, N. Jakšić – Sveučilište u Zadru – Alcune sepolture di prestigio in Istria e Dalmazia (VIII-IX secolo)
15:55……….. pausa caffè
16:15……….. M. Kazanski – Centre National de la Recherche Scientifique, A. Mastykova – Rossijskaja
Akademija Nauk – Les tombes privilégiées de l’époque des Grandes Migrations dans la région nordpontique
et leurs parallèles méditerranéens
16:40……….. E. Possenti – Università degli Studi di Trento – Sepolture privilegiate in Italia nord-orientale tra V e VII secolo. Caratteri generali e particolarità locali
17:05……….. P. de Vingo – Università degli Studi di Torino – Pianificare il riposo eterno in Italia settentrionale tra X e XI secolo. Continuità e discontinuità delle tradizioni funerarie aristocratiche altomedievali
17:30……….. Aperitivo poster
19:30……….. Cena

Venerdì, 30 Giugno

Sessione 4 archeologia del lago d’Orta all’aria aperta

9:45…………. F. Garanzini – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Biella,
Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli – Topografia antica e medievale del lago d’Orta (1)
10:00……….. Visita in battello all’Isola di San Giulio
10:15……….. F. Garanzini – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Biella,
Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli – Topografia antica e medievale del lago d’Orta (2)
10:30……….. F. Garanzini • S. Caldano Visita alla basilica di San Giulio
11:30……….. Visita in battello a Orta San Giulio
11:45……….. G. Angeleri Benvenuto del sindaco a Orta San Giulio
11:55……….. A. Marzi Visita all’Orta medievale
13:00……….. Pranzo
16:00……….. Passeggiata al Sacro Monte di Orta

Poster

1. M. Bernardi • L. Curatella Università degli Studi Roma Tre Templum Pacis: la necropoli medievale del vicus ad Carinas
2. A. Bertani Ricercatore indipendente • S. Caldano Università degli Studi di Pavia • A. Del Duca Ecomuseo Cusius – Il territorio cusiano tra età paleocristiana e alto medioevo
3. N. Busino Università degli Studi della Campania Un sarcofago paleocristiano dal territorio capuano
4. J. Casas • J.M. Nolla, M. Prat • Universitat de Girona Santa Magdalena, un mausoleo privilegiato
5. D. Cascianelli Ricercatore indipendente Tra cursus vitae e devozione: l’autorappresentazione dell’élite
teodosiana nei sarcofagi ‘a porte di città’
6. A. Costantini Ricercatore indipendente Individui di origine straniera nelle necropoli tardoantiche in Toscana
7. C. Cumbo Ricercatrice indipendente Al fianco dei santi: un percorso privilegiato verso l’aldilà
8. E. Droberjar Uniwersytet Opolski • H. Knápek Univerzita Hradec Králové The rich graves of Elbe-Germanic type and their connections with the Mediterranean area (3rd-5th century AD)
9. G. Ferri Università degli Studi Roma Tre Il vescovo Ottato di Vescera in San Callisto. Sulle tracce di una perduta sepoltura di prestigio
10. A. Frondoni Università degli Studi di Genova • P. de Vingo Università degli Studi di Torino • F. Geltrudini Regio IX Liguria Archeologia Tombe privilegiate altomedievali nel complesso di culto di S.Paragorio di Noli (Savona): nuovi dati dallo scavo del settore esterno al fonte battesimale
11. D. Gandolfi • L. Ansaldo • V. Pettirossi • C. Ferrrari Istituto Internazionale di Studi Liguri Sarcofagi in pietra dal sepolcreto tardoantico della Porta Nord di Albintimilium (Ventimiglia, Imperia, Liguria)
12. O. Larentis • C. Pangrazzi Università degli Studi di Trento Archeologia, antropologia e isotopi. Le sepolture di San Martino di Lundo (TN)
13. J.A. Lecanda Universidad de Deusto Tumbas privilegiadas en el alto valle del Ebro: del Ducado de Cantabria al Condado de Castilla
14. M. Licata Università degli Studi dell’Insubria • R. Mella Pariano Archeo Studi Bergamo • G. Armocida Università dell’Insubria La tomba numero 2 della chiesa di S. Michele a Mornago: indagine archeologica e antropologica
15. C. Mengarelli • F. Lezzi Ricercatori indipendenti Sepolture tardoantiche ed altomedievali dalla villa dei Bruttii Praesentes presso S. Maria de Viconovo (Rieti)
16. G. Mastronuzzi Università del Salento Martyrium e cimitero di Vaste (Puglia meridionale)
17. V. Mora Università degli Studi di Trento La chiesa cimiteriale di Castel Drena (TN): un combattente privilegiato?
18. T. Penn University of Edinburgh Beyond the grave: understanding late antique prestige burials in the Roman suburbium through their local context
19. L. Quattrocchi Universidad Carlos III Una possibile sepoltura privilegiata nella basilica di Uppenna (Tunisia)
20. A.V. Ribera Ajuntament de València El sepulcro del gran mártir Vicente y del obispo Justiniano en Valencia
21. E. Romanò • F. Susini Università degli Studi di Pisa Potentia duxorum nelle sepolture longobarde di Pavia, Lucca e Benevento tra tradizione germanica e contaminazioni multi etniche.
22. M. Stefani Ricercatrice indipendente La singolare tomba a camera dell’area archeologica del Sepolcro degli
Scipioni
23. U. Tota Universiteti i Tiranës Une riche sépulture médiévale au sein de structures d’habitat: la tombe 321 de Komani (Albanie). Approche archéologique et anthropologique

Programma Convegno Pella 2017, scarica in formato pdf.

Pubblicato il

STORIE (di) CERAMICHE 4

Storie [di] ceramiche 4.

“Ceramica e Archeometria”

In ricordo di Graziella Berti a quattro anni dalla scomparsa

Pisa, 10 Giugno 2017, Gipsoteca di Arte Antica, piazza S. Paolo all’Orto n. 20 – ore 15:30

​Anche quest’anno, a quattro anni dalla sua scomparsa, si vuole ricordare Graziella Berti, figura di rilievo negli studi storici su Pisa ed il Mediterraneo e tra le massime esperte italiane di ceramica medievale e della prima età moderna, attraverso le ricerche di alcuni studiosi che offrono nuovi apporti su linee d’indagine tradizionali.

La Giornata di Studi di quest’anno sarà dedicata all’applicazione dei metodi archeometrici per gli studi ceramologici, sistemi attraverso i quali poter comprenderne in maniera maggiormente approfondita aspetti tecnologici e di utilizzo e per poter trarre informazioni utili a rispondere a interrogativi storico-archeologici.

L’archeometria è sempre stato un argomento per il quale Graziella Berti ha sempre dimostrato una forte sensibilità, comprendendone il grande potenziale e collaborando molte volte con Tiziano Mannoni e Claudio Capelli proprio su queste tematiche.

Durante l’incontro diversi studiosi presenteranno i dati che giungono da nuove ricerche su questo tema nel Mediterraneo Occidentale in un’ampia cronologia che dal Medioevo spazierà sino all’Età Moderna.

Nella prima parte del pomeriggio verranno presentati i casi studio di alcune ricerche di respiro europeo che mostreranno i risultati e le potenzialità di differenti studi archeometrici applicati alla ceramica. A seguire, invece, verrà fornito un focus sulla produzione cinquecentesca di ceramica a Pisa attraverso il confronto tra dati differenti proventi dalle analisi petrografiche, dalle ceramiche rinvenute in scavo e dallo studio dei documenti d’archivio. Infine, verrà presentato lo studio di un giovane ricercatore, risultato migliore attraverso una call for papers aperta a studiosi non strutturati under 40.

Uno spazio finale dedicato al dibattito offrirà un momento di confronto ulteriore al fine di approfondire quanto discusso e di creare le basi per future ricerche.

La Giornata si concluderà con la presentazione degli Atti della scorsa edizione.

Programma della giornata:

  • Saluti introduttivi di Gabriella Garzella (Società Storica Pisana) e Rita Lavagna (Centro Ligure per la Storia della Ceramica)
  • Alessandra Pecci (Equip de Recerca Arqueològica i Arqueomètrica de la Universitat de Barcelona (ERAAUB), Analisi dei residui organici nelle ceramiche: contenuti, rivestimenti, uso e funzione
  • Francesca Grassi (Ricercatrice Marie Curie, Università dei Paesi Baschi – UPV/EHU), L’archeometria come tecnica analitica per lo studio della ceramica: prospettive per il futuro
  • Arianna Briano (Dottoranda, Università di Siena), Indagini archeometriche preliminari sulle invetriate in monocottura dal Castello di Donoratico (LI)
  • Marcella Giorgio (Funzionaria archeologa Mibact – Polo Museale della Sardegna), L’approvvigionamento di argilla a Pisa nel Cinquecento: analisi, dati materiali e documentali a confronto.
    Dibattito

Ore 18:00: Presentazione degli Atti della III Giornata di Studi “Storie (di) Ceramiche 3. Importazioni Mediterranee” a cura di Gabriella Garzella (Società Storica Pisana)

Moderazione del dibattito a cura di Vincenzo Palleschi (Ricercatore CNR e Docente di Archeometria, Università di Pisa) e Monica Baldassarri (Direttrice del Museo Civico di Montopoli in Val d’Arno – contrattista dell’Università di Pisa).

Organizzazione a cura di Marcella Giorgio

Con il patrocinio di:

  • Association Internationale pour l’Etude des Céramiques Médiévales et Modernes en Méditerranée (AIECM3)
  • Associazione Nazionale Archeologi (ANA)
  • Archeoclub sede di Pisa
  • Centro Ligure per la Storia della Ceramica
  • Società degli Archeologi Medievisti Italiani (SAMI)
  • Società Storica Pisana

Per informazioni aggiornate potete seguire l’evento Facebook dedicato: clicca qui.

Dott.sa Marcella GIORGIO
Redazione “Storie (di) ceramiche”
Giornata di studi in memoria di Graziella Berti

Pubblicato il

I Longobardi in Italia

TourismA – Firenze, Palazzo dei Congressi

A cura di Associazione Italia Langobardorum
Coordina Cinzia Dal Maso archeologa e giornalista

Sabato 18 febbraio 2017
Auditorium ore 9:00 – 13:30

I Longobardi in Italia

Programma Completo

Coordina Cinzia Dal Maso archeologa e giornalista

  • 9:00 Saluti istituzionali  – Piero Pruneti, direttore Archeologia Viva e “tourismA”  – Stefano Balloch, presidente Associazione Italia Langobardorum, Sindaco di Cividale del Friuli
  • 9:30 – Franco Cardini, professore emerito di Storia medievale alla Scuola Normale Superiore, «I Longobardi: distruttori di civiltà o protagonisti della storia d’Italia?»
  • 10:00 – Gianpietro Brogiolo, ordinario di Archeologia medievale all’Università di Padova, «Ultime notizie dal fronte (archeologico)»
  • 10:30 Pausa
  • 11:00 PREMIO “RICCARDO FRANCOVICH” – Riconoscimento speciale della SAMI – Società degli Archeologi Medievisti Italiani
    Intervengono:
    Piero Angela, conduttore televisivo e scrittore (premio speciale per la divulgazione)
    Dario Franceschini, ministro Beni e Attività Culturali e Turismo
    Giuliano Volpe, presidente Consiglio Superiore Beni Culturali e Paesaggistici
    Premiazione dei siti:
    Catacombe di S. Gennaro/S. Gaudioso a Napoli
    Basilica di S. Maria a Siponto (Manfredonia – Fg)
  • 12:00 – Marco Valenti, docente di Archeologia medievale all’Università di Siena, «L’altomedioevo oggi. Il caso Poggibonsi (Si): un’esperienza di valorizzazione e di archeologia pubblica»
  • 12:30 Tavola rotonda – «Popoli in viaggio ieri e oggi» – Angela Maria Ferroni, segretariato generale MiBACT e membro Associazione Italia Langobardorum – Tommaso Cerno, direttore de L’Espresso

Ingresso libero e gratuito

Pubblicato il

Dalla Valdelsa al Conero

Dalla Valdelsa al Conero.

Dalla Valdelsa al Conero.Si svolgerà nei giorni 27, 28 e 29 novembre 2015 il convegno “Dalla Valdelsa al Conero. Studi di archeologia e topografia storica in ricordo di Giuliano de Marinis” a Colle di Val d’Elsa, San Gimignano e Poggibonsi. Il convegno, promosso da Soprintendenza Archeologia della Toscana, Soprintendenza Archeologia delle Marche, Comuni di Colle di Val d’Elsa, Poggibonsi, San Gimignano, Storica Società della Valdelsa con il contributo di Regione Toscana e Fondazione Musei Senesi, vuole essere un omaggio alla figura dell’archeologo G. de Marinis, scomparso 3 anni fa.

De Marinis, funzionario archeologo della allora Soprintendenza Archeologica della Toscana e in seguito Soprintendente per i Beni Archeologici delle Marche, è stato fin dalla metà degli anni ’70 del secolo scorso una figura rilevante nel panorama della tutela e della ricerca archeologica italiana. I suoi molteplici interessi per i più diversi ambiti di ricerca dell’antico lo hanno portato, nel corso della sua carriera, ad affrontare svariati temi: i suoi esordi hanno riguardato lo studio della topografia storica della Valdelsa; in seguito, le problematiche dell’archeologia urbana e le ricerche territoriali nell’agro fiorentino hanno caratterizzato gli anni di lavoro in Toscana, fino al suo impegno nelle Marche come Soprintendente, incarico ricoperto per 17 anni dal 1995. Il suo nome resterà indissolubilmente legato ai temi della tutela e alla storia del Centro di Restauro della Soprintendenza Archeologica della Toscana, del quale ha ricoperto la carica di vice-direttore prima e direttore poi.

Il convegno consisterà in tre giorni di relazioni e dibattiti, incentrati su quattro tematiche (suddivise in VII sessioni) che ripercorrono gli interessi e gli ambiti disciplinari cari a de Marinis: una sezione topografica sulla Valdelsa, una parte rivolta alle ricerche a Firenze e nell’ager Faesulanus, una all’archeologia delle Marche, e infine, una dedicata alla tutela e all’archeologia urbana, con particolare attenzione alle problematiche legate al restauro.

Saremo presenti con i nostri volumi nella giornata del 29 novembre, presso il centro Accabì a Poggibonsi (ex opsedale), in via Carducci 1 (parcheggio su via Manzoni sul retro della struttura).

Scarica il programma dettagliato in formato pdf.

Pubblicato il

Memoria e culto attraverso il Medioevo

convegno-bobbio-2015L’eredità di San Colombano. Memoria e culto attraverso il Medioevo.

Convegno Internazionale

Bobbio, 21-22 novembre 2015

Download del programma in formato pdf: convegno-bobbio-2015

Si ricorda che per la partecipazione è necessaria l’iscrizione (http://diana.lett.unipmn.it/bacheca/bobbio/default.html), entro il 31 ottobre p.v. Per tutte le informazioni pratiche: sancolombano2015@gmail.com.

Pubblicato il

Ricerche di topografia storica e di archeologica in ricordo di Giuliano de Marinis

Call for posters.

Call for posters.

Scarica la “Call for posters” in formato pdf.

Call for posters per il convegno di studi dal titolo Ἀπὸ τοῦ Τυρρηνικοῦ πελάγους εἰς τὸν Ἀδρίαν. Dal Tirreno all’Adriatico. Ricerche di topografia storica e di archeologica in ricordo di Giuliano de Marinis programmato per i giorni 27-29 novembre 2015 a Colle di Val d’Elsa, San Gimignano e Poggibonsi; il convegno è organizzato dal Comune di Colle di Val d’Elsa, Museo Archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli”, Comune di Poggibonsi, Comune di San Gimignano, Soprintendenza Archeologia della Toscana, Soprintendenza Archeologia delle Marche, con il patrocinio dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici ed il contributo di Regione Toscana e Fondazione Musei Senesi.

Con preghiera di massima diffusione. Cordialmente, La Segreteria del Convegno.

Pubblicato il

Montagne incise. Pietre incise

APM, 17, 2013, copertina.

APM, 17, 2013, copertina.APM – Archeologia Postmedievale, 17, 2013. Montagne incise. Pietre incise. Archeologia delle risorse nella montagna mediterranea / Carved mountains. Engraved stones. Environmental resources archaeology in the Mediterranean mountains

A cura di Anna Stagno.

Acquista l’eBook su Torrossa.

Anteprima in formato pdf.

Continua a leggere Montagne incise. Pietre incise