Pubblicato il

Sostieni “Storie [di] Ceramiche”

Graziella Berti.

Cari amici e colleghi, come sapete “Storie (di) Ceramiche” è una giornata di studi dedicata alla memoria di Graziella Berti, studiosa di ceramica medievale e moderna, e figura importante per gli studi storici su Pisa, venuta a mancare l’11 Giugno del 2013.

Fin da subito i suoi collaboratori più stretti hanno voluto ricordarla nella maniera più affine alla personalità della studiosa: attraverso i temi a lei cari, l’innovazione della ricerca e le nuove generazioni di studiosi.

In questa maniera è nata la giornata di studi “Storie (di) Ceramiche” che ogni anno si propone di portare avanti i temi trattati da Graziella Berti, fare il punto sullo stato degli studi e proporre nuovi spunti per la ricerca del futuro .

Sebbene tale incontro nasca in maniera indipendente, senza stanziamento di fondi pubblici e senza richiedere ai partecipanti alcuna quota di iscrizione, ogni anno coinvolge ricercatori universitari di alto livello, offrendo una vetrina anche alle ricerche di giovani studiosi. Il tutto sempre in un’ottica di confronto tra fonti diverse (archeologia, storia, geografia, analisi chimiche e petrologiche, fonti scritte ecc..), seguendo l’esempio e gli insegnamenti di Graziella Berti.


Con l’obiettivo di crescere ogni anno un po’ di più, dal 2016 gli Atti delle giornate di studio sono stati pubblicati Open Access e Print on Demand.

I costi editoriali però crescono assieme alla possibilità di permettere a sempre più ricercatori di presentare e pubblicare le proprie ricerche: per questo adesso abbiamo bisogno del tuo sostegno!

SOSTIENI LA RICERCA,

FAI UNA DONAZIONE A “STORIE (di) CERAMICHE”!

Il tuo contributo aiuterà a finanziare la pubblicazione Open Access degli Atti 2020 e ad organizzare l’edizione 2021.

I nomi dei contributori saranno riportati nel volume degli Atti 2020, come ringraziamento nei confronti di chi ha scelto di sostenere questa iniziativa!


Per contribuire potete donare sulla campagna presente su Produzioni dal Basso : ai maggiori contributori sarà inviato un gentile omaggio!

Per ogni informazione ci trovate su Facebook o potete scrivere una mail a storiediceramiche@gmail.com .

Potete seguirci anche sul canale YouTube .

La giornata di studi 2020 si terrà il prossimo 29 Ottobre a Pisa e sarà possibile seguire la diretta streaming liberamente collegandosi alla pagina Facebook o al canale YouTube: NON MANCATE!

Cordialmente.

Dott.sa Marcella GIORGIO
Redazione “Storie (di) ceramiche”

Giornata di studi in memoria di Graziella Berti

Pubblicato il

Riapriamo il Museo di San Domenico

crowfunding-san-domenico-prato

crowfunding: https://www.eppela.com/it/projects/22899-riapriamo-il-museo-di-san-domenico?t=updates&fbclid=IwAR0zMmrCRhvBG9GNmMh5Mn03F_5iCRqY8ghyVDz0sFiTfeVZxp_Z4W-N2_g


#archeologiapubblica per #Prato
Lo staff della Cattedra di Archeologia Medievale di Unifi SAGAS dal 2006 segue il progetto archeologico sulle ceramiche trecentesche di San Domenico, a Prato.
Lo staff è stato coinvolto nell’iniziativa dell’associazione locale ArteMia Prato per riaprire il #museo, chiuso da un paio di anni.

Da questo momento parte il #crowfunding dedicato alla #sezionearcheologica: 5000 € da raggiungere per esporre le ceramiche riportate alla luce e per raccontare uno scavo straordinario, grazie al progetto diretto dalla Cattedra.
TUTTI possiamo contribuire, basta poco!


L’ex-convento di San Domenico è un luogo pieno di storia e arte che si merita di essere riaperto al più presto: insieme possiamo farlo!

Secondo step: 5.000 euro per completare l’allestimento della sezione archeologica del Museo!
Update del 21 maggio 2019 19:34

Avevamo un primo step da raggiungere: 6.000 euro da investire per risolvere il problema più urgente, ovvero l’acquisto di teche ed espositori appropriati con i quali riempire le vuote stanze del museo e liberare così dagli armadi quel meraviglioso tesoro di San Domenico di cui la diocesi, in questi anni, è entrata in possesso e che al momento nessuno può vedere.

Questo primo step è stato raggiunto in una sola settimana! Per questo motivo abbiamo deciso di andare avanti con il secondo step da raggiungere tutti insieme: 5.000 euro per completare l’allestimento della sezione archeologica del Museo. Le ceramiche medievali sono state portate alle luce dagli archeologi dell’Università di Firenze, che hanno anche elaborato – sotto la direzione della Cattedra di Archeologia Medievale e in collaborazione con la Diocesi – il progetto di esposizione museale. Mancano pochi tocchi per portare a termine il progetto e aprire la sezione archeologica di San Domenico: mettere a punto le teche, elaborare la grafica dei pannelli, stampare i testi.

Con questi due “piccoli passi” sarà intanto possibile riaprire il museo: sarà un punto di partenza per il rilancio di un luogo tra i più importanti e significativi di Prato.