Pubblicato il

tourismA 2021

tourismA

L’appuntamento con tourismA 2021 è dal 22 al 24 ottobre.
Ci vediamo, come sempre, al Palacongressi di Firenze!

tourismA 2021 – ECCO LE NUOVE DATE

VI ASPETTIAMO!


Considerata la grave emergenza sanitaria in corso, ci è sembrato opportuno posticipare la prossima edizione di tourismA. Una scelta dettata prima di tutto dal senso di responsabilità e dalla preoccupazione che, siamo certi, condividerete. tourismA si conferma un unicum a livello europeo, oltre che per la ricchezza del programma, per l’imponente presenza di pubblico e operatori interessati alla comunicazione del passato e del turismo culturale. Esattamente così vogliamo che continui a essere! Avrebbe poco senso programmare una manifestazione tanto attesa e partecipata con i limiti imposti dalla pandemia.

Vi diamo dunque appuntamento dal 22 al 24 ottobre 2021. Sarà un grande tourismA e la “macchina” è già in moto. Gli interessati possono prenotare fin d’ora i propri spazi congressuali e fieristici. A presto!

La Direzione di tourismA

Informazioni: Tel. 055.5062302
www.tourisma.it 
info@tourisma.it

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

Organizzazione e Segreteria organizzativa:
Archeologia Viva Via Bolognese 165, 50139 Firenze
Tel: +39 055 5062302 | info@tourisma.it | www.tourisma.it

Pubblicato il

tourismA 2020

tourismA 2020, invito all'inaugurazione.

Anche quest’anno saremo presenti con un nostro stand!

FIRENZE. Palazzo dei Congressi 21-23 febbraio 2020

Conto alla rovescia per l’evento espositivo e congressuale dell’anno a firma Archeologia Viva dedicato ai beni culturali. In tre giorni circa 350 relatori interverranno in oltre 30 convegni su temi che spaziano dalle grandi scoperte archeologiche alle proposte di valorizzazione di musei, monumenti e parchi, dall’arte all’ambiente, dalle città murate ai siti Unesco, ai nuovi itinerari, alle tecnologie d’avanguardia, al cinema.

La grande kermesse fiorentina sarà aperta dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt venerdì 21 febbraio mattina con il convegno Save Art dedicato al cinquecentenario di Raffaello, mentre come da tradizione Alberto Angela domenica 23 febbraio pomeriggio concluderà il grande evento fieristico.

Tanti gli ospiti particolari di cui è confermata la partecipazione: Andrea CarandiniLouis GodartGiuliano VolpePupi AvatiMario TozziEdoardo WinspeareGiorgio IeranòEva CantarellaPhilippe Daveriogen. Roberto RiccardiValerio Massimo Manfredi, Vittorio Sgarbi…

TURISMO CULTURALE

Spazi espositivi e proposte per la valorizzazione sono al centro di “tourismA 2020” con circa cento fra Stand e Box poster di operatori e agenzie turistiche, parchi, poli museali, editoria e università.
Vedi espositori 2020

Buy Cultural Tourism.
 A “tourismA 2020” il 3° Workshop del Turismo Culturale riservato a buyers e sellers.
Vedi programma workshop

Viaggi di cultura e archeologia. Nuove proposte di viaggio vengono presentate dai vari curatori scientifici nella Rassegna di itinerari turistico-culturali.
Vedi programma

LABORATORI DIDATTICI

Per scuole e ragazzi (ma anche per i grandi) è in programma una fitta serie di laboratori. Sempre a ingresso gratuito (ma è bene prenotarsi).
Vedi laboratori

INGRESSO SEMPRE LIBERO E GRATUITO

FIRENZE VI ASPETTA
Tre intere giornate nelle prestigiose e accoglienti strutture del Palacongressi (un minuto a piedi dalla stazione centrale). Approfitta degli hotel in convenzione “tourismA”.
Vedi hotel

Informazioni: Tel. 055.5062302 / www.tourisma.it / info@tourisma.it


Link:

 

Pubblicato il

Una storia fiorentina, sulle tracce del vicino oriente islamico

Firenze e la cultura islamica.

Consulta l’anteprima del volume, acquistalo in formato carta o ebook!


Il comunicato stampa dal sito dei Laboratori San Gallo:

Una storia fiorentina: sulle tracce del Vicino Oriente islamico

Anche quest’anno saremo a TourismA, la grande kermesse di archeologia e turismo, con importanti novità!

L’evento, che si svolgerà dal 22 al 24 febbraio al Palazzo dei Congressi di Firenze, ormai si conferma, sia a giudicare dalla lista degli espositori sia leggendo il denso programma di eventi, quale appuntamento irrinunciabile di incontro, confronto e riflessione fra il mondo dell’archeologia professionale e il suo pubblico.

Noi di Laboratori Archeologici San Gallo parteciperemo, per il quarto anno consecutivo, con un nostro stand: una piccola vetrina cui è affidato il compito di far conoscere i servizi archeologici e culturali che offriamo. #viaggio #scoperta e #oriente saranno per noi le parole d’ordine di questa nuova edizione.

Infatti, quest’anno c’è una sorpresa in più: siamo lieti di presentare, nella splendida cornice di TourismA, il nostro primo prodotto editoriale: Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale.

Il progetto, a cura di Laboratori Archeologici San Gallo, è stato realizzato con il contributo della Talal Abu Ghazaleh Organization per la casa editrice fiorentina All’Insegna del Giglio e ha avuto la supervisione scientifica di un esperto del settore, il professore Giovanni Curatola, dell’Università di Udine, e del professore Guido Vannini, ordinario di Archeologia Medievale dell’Università di Firenze e direttore della Missione Archeologica “Petra Medievale”.

L’idea di questa guida, che propone al viaggiatore o al fiorentino curioso a una passeggiata insolita e “tematica” per Firenze, ha iniziato a prendere corpo durante la progettazione della mostra internazionale Da Petra a Shawbak, archeologia di una frontiera, svoltasi nella Limonaia di Palazzo Pitti nel 2009. Nel percorso espositivo, infatti, furono integrate delle “citazioni fiorentine”, cioè dei rimandi che, partendo da specifici manufatti presenti in mostra, portavano alla scoperta di parte di quel patrimonio prodotto dalla cultura islamica medievale e rinascimentale conservato nei musei della città.

Una lunga tradizione di  scambi politici e culturali con l’Oriente islamico (come ha ben illustrato la recente mostra L’Islam e Firenze conclusasi lo scorso settembre) ha portato a Firenze sin dal Medioevo manufatti di eccezionale valore, oltre che influenzato alcune delle più importanti produzioni locali (le stoffe, le ceramiche…), andando ad arricchire non solo le collezioni museali della città ma anche lasciando molte e significative tracce nelle opere d’arte diffuse nel suo centro storico.

Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale disegna nelle sue linee sostanziali la storia di questi scambi e influenze culturali, attraverso alcune delle principali opere d’arte ancora visibili in città. Racconta, inoltre, le vicende delle collezioni e dei collezionisti, dai Medici al Novecento, che meglio rappresentano le origini, le motivazioni e le evoluzioni del gusto per l’Oriente islamico. Vi sono infine alcuni suggerimenti per percorrere in autonomia un itinerario extra-museale per esplorare, alla luce di queste informazioni, il centro storico di Firenze, grazie anche ad una semplice mappa tematica.

La guida esce adesso in italiano, e sarà in vendita a TourismA, mentre nei prossimi mesi pubblicheremo la versione in lingua inglese, dedicata ai turisti non “mordi e fuggi”, e in lingua araba, dedicata, perché no, anche ai nuovi cittadini che avranno voglia di conoscere un po’ di storia… condivisa!

Vi aspettiamo quindi domenica 24 febbraio in Sala 4, alle ore 16:30 per l’evento “Una storia fiorentina: sulle tracce del Vicino Oriente islamico” (qui il link all’evento Facebook e qui al sito di TourismA).

Chiara Marcotulli


Alberto (Angela) chi? Vi aspettiamo oggi pomeriggio a #tourismA2019 per presentare la nostra guida… Ci sarà anche il firma copie! 😂😂😂

Geplaatst door Laboratori Archeologici San Gallo op Zondag 24 februari 2019

Geplaatst door Laboratori Archeologici San Gallo op Maandag 25 februari 2019

Geplaatst door Laboratori Archeologici San Gallo op Maandag 25 februari 2019

Pubblicato il

Firenze e la cultura islamica

Firenze e la cultura islamica.

FIRENZE – Palazzo dei Congressi
Con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019

Sala 4, ore 16:30 – 18:00

UNA STORIA FIORENTINA
Sulle tracce del Vicino Oriente islamico

A cura della Cattedra di Archeologia medievale – Università di Firenze

Presentazione di:
Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale
edizioni All’Insegna del Giglio

Realizzazione: Laboratori Archeologici San Gallo
Supervisione scientifica: Guido Vannini e Giovanni Curatola
Con il contributo di: Talai Abu Ghazaleh Organization.

Michele Nucciotti, Chiara Marcotulli, Elisa Pruno
Laboratori Archeologici San Gallo spin-off accademico Università di Firenze

Ingresso libero e gratuito

Pubblicato il

TourismA 2019

TourismA - Firenze.

Firenze – Palazzo dei Congressi 22-24 febbraio 2019

Con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali

Saremo presenti con le nostre edizioni!

Ultimi volumi pubblicati:

Volumi in offerta (clicca qui per l’elenco completo):

Pubblicato il

Arimnestos, presentazione a firenze

Arimnestos, locandina presentazione a Firenze.

Lunedì 17 dicembre 2018, ore 15,30
Museo Archeologico Nazionale di Firenze

Il primo numero della Rivista “Arimnestos. Ricerche di Protostoria mediterranea”, diretta da Patrizia von Eles, presentato da Mario Iozzo (Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Firenze) e da Monica Miari (IIPP)

ISSN 2611-5867
Direttore: Patrizia von Eles
Segretaria di Redazione: Elena Rodriguez

Comitato Scientifico: Gabriele Baldelli, Già Soprintendente Beni Archeologici (Umbria); Laura Bentini, Istituzione Bologna Musei – Museo Civico Archeologico; Anna Dore, Istituzione Bologna
Musei – Museo Civico Archeologico; Markus Egg, Römisch-Germanisches Zentralmuseum; Giovanna Gambacurta, Università di Venezia; Maurizio Harari, Università di Pavia; Fulvia Lo Schiavo,
Già Soprintendente Beni Archeologici (Toscana); Monica Miari, Presidente dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria; Alessandro Naso, Università degli Studi di Napoli Federico II; Marco
Pacciarelli, Università degli Studi di Napoli Federico II; Paola Poli, Gruppo di Ricerca del Museo Civico Archeologico di Verucchio; Fernando Quesada Sanz, Universidad Autónoma de Madrid;
Gerhard Tomedi, Università di Innsbruck; Judith Toms, Università di Oxford
Comitato d’onore: Alfredo Aureli, Imprenditore; Roberto Balzani, Presidente dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali dell’Emilia-Romagna; Maria Bernabò Brea, Già Presidente
dell’Istituto Italiano di Preistoria e Prostoria; Maria Bonghi Jovino, Già Professore Ordinario di Etruscologia all’Università Statale di Milano; Giorgio Cozzolino, Soprintendente Archeologia, Belle
Arti e Paesaggio per le Province di Ravenna, Forli-Cesena e Rimini; Giovanni Dolci, Già Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Verucchio; Filippo Maria Gambari, Direttore Museo
delle Civiltà Roma; Paola Giovetti, Responsabile del Museo Civico Archeologico – Istituzione Bologna Musei; Piero Guzzo, Già Soprintendente della Soprintendenza per i Beni Archeologici
dell’Emilia-Romagna; Luigi Malnati, Già Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara; Giuseppe Pecci, Proprietario della
Collezione Pecci di Verucchio; Annalisa Pozzi, Funzionario Archeologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Ravenna, Forli-Cesena e Rimini; Stefania Sabba,
Sindaco di Verucchio; Christopher Smith, Direttore della British School di Roma

La rivista nasce con l’intento di proseguire l’attività di ricerca avviata ormai da molti anni dal Museo Civico Archeologico di Verucchio. Obiettivo centrale del Museo è sempre stato quello di
unire un approccio scientifico rigoroso ad una proposta accessibile e godibile da parte del pubblico. Il primo numero si articola in tre sezioni distinte. La prima, dedicata a Verucchio, si apre
con due relazioni sui dati d’archivio relativi ai materiali conservati nel Museo Nazionale Preistorico Etnografico L. Pigorini di Roma e nel Museo Civico Archeologico di Bologna e alle ricerche e
dati di archivio relativi alla Necropoli Lippi. Si prosegue con la presentazione dei dati di scavo: schede preliminari di ulteriori tombe scavate nella necropoli Lippi tra il 2006 e il 2008; studio dei
resti botanici della ricchissima tomba Lippi 12/2005; relazione sull’intervento in area di insediamento in Via Nanni. Vengono inoltre inserite altre presentazioni complete di classi di materiali
classificati tipologicamente. Nella seconda sezione, dedicata all’Emilia-Romagna, viene presentato il tema dei troni in legno, anche alla luce di altri scavi condotti a Bologna e Imola, e lo scavo
della necropoli di Pontesanto a Imola. La terza sezione vede un contributo sulle tombe a inumazione della necropoli Emo di Padova, uno sulle perle di vetro a uccellino e infine uno sul metodo
narrativo nell’arte delle situle.

Pubblicato il

tourismA 2018

FIRENZE
Palazzo dei Congressi 16-18 febbraio 2018
Con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Firenze capitale della cultura e dell’arte ospita tourismA – Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale

Una manifestazione di tre giorni, negli spazi prestigiosi del centralissimo Palazzo dei Congressi.
tourismA è un momento di esposizione, divulgazione e confronto di tutte le iniziative legate alla comunicazione del mondo antico e alla valorizzazione delle sue testimonianze.

tourismA per chi?

tourismA è rivolto a tutte le realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico-artistico-monumentale: istituzioni di ricerca pubbliche e private, parchi, musei, enti di promozione, operatori turistici, categorie professionali.
L’ingresso a tourismA è sempre libero e gratuito
Info: info@tourisma.it

Firenze perché?

Per fare di tourismA un grande momento di incontro degli operatori e degli appassionati del settore è stata scelta una delle città europee più legate all’idea dei beni culturali come valore identitario e motore di promozione economica.
Firenze è anche la città italiana più facilmente raggiungibile: il Palazzo dei Congressi dove si tiene il Salone è dislocato accanto alla stazione di Santa Maria Novella, che a sua volta si trova al centro del sistema ferroviario dell’alta velocità.
tourismA si raggiunge “in metropolitana” da buona parte d’Italia.

Vai al sito dell’evento: http://www.tourisma.it/programma-2018/

Scarica il programma in formato pdf: programma_tourismA_2018

Saremo presenti con il nostro stand, potrete consultare e acquistare tutti i nostri volumi a prezzi scontati!

Pubblicato il

Ricerche in ricordo di Giuliano de Marinis, presentazione a Firenze

Dalla Valdelsa al Conero. Ricerche di archeologia e topografia storica in ricordo di Giuliano de Marinis. Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana. Supplemento 2 al n. 11/2015, copertina.

Il prossimo 2 marzo alle 17.00, nella tradizionale location della sala del Topografico del Museo Archeologico Nazionale di Firenze sarà presentato il volume Dalla Valdelsa al Conero. Ricerche di archeologia e topografia storica in ricordo di Giuliano de Marinis. Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana. Supplemento 2 al n. 11/2015.

I relatori saranno il prof. Paolo Liverani e il prof. Luigi Donati (entrambi dell’Università degli Studi di Firenze). La serata sarà dedicata alla memoria della collega Giuliana Guidoni, recentemente scomparsa.

Presiederanno il dott. Andrea Pessina, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato, il dott. Mario Iozzo, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Firenze e il prof. emerito Giovannangelo Camporeale, presidente del Comitato Scientifico organizzatore del Convegno.

Saranno presenti i curatori del volume.

Invito, Dalla Valdelsa al Conero, in formato pdf.

Pubblicato il

La SAMI a tourismA 2017

Manifesto SAMI, tourismA 2017, immagine.

La SAMI  Società degli Archeologi Medievisti Italiani, fondata nel 1994 da personalità di primo piano dell’archeologia medievale e della ricerca in generale, quali Ottone d’Assia, Riccardo FrancovichTiziano Mannoni, è attualmente composta da oltre 500 membri.

Ottone d'Assia.

Riccardo Francovich.

Tiziano Mannoni.

È una società priva di scopi di lucro, che si prefigge la finalità di costituire un punto di incontro e di confronto tra gli archeologi medievisti italiani, accademici e non, di studiare le fonti materiali di epoca post-classica e pre-industriale e di promuovere tutte le iniziative volte all’indagine e alla valorizzazione del patrimonio archeologico di età medievale sul territorio nazionale.

Già a partire dagli anni ’70 del secolo scorso, non a caso, fu proprio lo sviluppo dell’Archeologia Medievale quale autonoma disciplina universitaria, a stimolare un forte impegno di studi sulle fasi post-antiche del territorio in un approccio di archeologia globale e delle complessità; conseguentemente un’attenzione ai legami esistenti fra il territorio moderno e le sue fasi diacroniche nel tentativo di riconoscerne e valorizzare gli assetti e le dinamiche.

Sulla base di questa tradizione, uno degli obiettivi primari della SAMI è, pertanto, quello di favorire e promuovere la conoscenza del patrimonio monumentale e paesaggistico nella sua diacronia, a beneficio ed in relazione al più ampio pubblico possibile ed attraverso una seria strategia di progettazione culturale, nella convinzione che proprio il patrimonio debba assumere, una volta per tutte, quel ruolo di primo piano che gli compete nell’economia del paese.

Rocca San Silvestro, 1997.
La Società degli Archeologi Medievisti Italiani (SAMI) ha istituito, a partire dal 2013, un premio intitolato alla memoria del professor Riccardo Francovich, conferito al museo o parco archeologico italiano che, a giudizio dei propri Soci e dei cittadini partecipanti alla votazione, rappresenta la migliore sintesi fra rigore dei contenuti scientifici ed efficacia nella comunicazione degli stessi verso il pubblico dei non specialisti.

Catacombe di Napoli.

La votazione di quest’anno ha raggiunto, sotto questo profilo, un risultato davvero straordinario. Hanno infatti votato complessivamente 30.555 persone!
Risultano, dunque, vincitori dell’edizione 2016: Catacombe di NapoliSanta Maria di Siponto.

Santa Maria di Siponto.

Si tratta di due risultati di grande rilievo, perché premiano, nel caso delle Catacombe di Napoli, oltre alla straordinaria importanza storico-archeologica dei monumenti, posti sotto la cura della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, l’opera di gestione attiva e innovativa effettuata dai ragazzi del Rione Sanità, guidati da don Antonio Loffredo, con la coop. La Paranza, e il sostegno della Fondazione San Gennaro, grazie alla quale nel 2016 si è raggiunto il risultato straordinario di oltre 100.000 visitatori; nel caso della basilica paleocristiana di Santa Maria di Siponto, il coraggioso e innovativo intervento di sistemazione dell’area con la realizzazione di una suggestiva installazione artistica in metallo, opera del giovane artista Edoardo Tressoldi, che sta riscuotendo un enorme successo di pubblico.

Franco Cardini.

Piero Angela.

Di straordinario rilievo sono anche le personalità scelte dalla Giuria per il premio speciale per la divulgazione della storia e dell’archeologia del Medioevo presso il pubblico dei non specialisti: lo storico del Medioevo Franco Cardini, da sempre impegnato nella ricerca storica in modo anche da ricongiungere il mondo medievale con i problemi e gli scenari della realtà contemporanea, e il più noto divulgatore scientifico d’Italia, Piero Angela, di cui è riconosciuta e apprezzata l’opera di comunicazione anche nel campo delle scienze storiche e archeologiche.

Scarica il manifesto SAMI, tourismA 2017, in formato pdf.

Pubblicato il

Firenze – tourismA 2017

TourismA 2017.

Saremo presenti con uno stand, dove saranno esposte, disponibili per consultazione e acquisto, le nostre pubblicazioni.

Questo il comunicato ufficiale:

Il grande momento è arrivato! Venerdì 17 febbraio al Palacongressi di Firenze si apre la terza grandiosa edizione di “tourismA” (fino a domenica sera). Nei tre giorni sono previsti ben ventotto fra convegni e workshop, sette laboratori didattici. Circa cento sono gli espostori nel settore fieristico, fra cui cinque Paesi stranieri: ALGERIA CIPRO CROAZIA EGITTO (special guest 2017) GIORDANIA TURCHIA.
Sarà visitabile la camera funeraria di TUTANKHAMON ricostruita per la prima volta a grandezza naturale (grazie a Cultour Active) ed è esposta la copia in bronzo del meraviglioso APOXYOMENOS di Lussino.
Fra gli ospiti speciali: ALBERTO ANGELA, FRANCO CARDINI, VALERIO MASSIMO MANFREDI, GIULIANO VOLPE, LOUIS GODART, ZAHI HAWASS, ALBERTO SIRONI.
Il ministro DARIO FRANCESCHINI consegnerà a PIERO ANGELA il Premio speciale “R. Francovich” attribuito dalla SAMI per la comunicazione scientifica.
Il ministro greco della cultura LYDIA KONIORDOU lancerà da “tourismA” il suo appello per la restituzione dei Marmi del Partenone da parte del British Museum.
CONSULTARE PROGRAMMA AGGIORNATO con date e orari.
IMPORTANTE: per impegni di lavoro Alberto Angela dovrà ripartire subito dopo il suo intervento, per cui non potrà rilasciare dediche o autografi.
Vedi: http://www.tourisma.it/programma-2017/


Inaugurazione di “tourismA 2017” giovedì 16 febbraio ore 20:45 nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio.
Intervengono: il sindaco DARIO NARDELLA, il soprintendente ANDREA PESSINA, il direttore PIERO PRUNETI. Una lectio magistralis su “Firenze ai tempi di Dante” viene tenuta da FRANCO CARDINI che nell’occasione riceve il Premio speciale “R. Francovich” per la divulgazione del medioevo. GIORGIO VASARI… narrerà la storia del Salone. Ingresso libero senza prenotazione. N.B.: ambiente non riscaldato.
Vedi: http://www.tourisma.it/programma-2017/


Chi deve soggiornare a Firenze nei giorni di “tourismA 2017” può consultare la lista degli HOTEL CONVENZIONATI.
Vedi: http://www.tourisma.it/hotel-convenzionati/


Ingresso sempre libero e gratuito

Organizzazione e Segretria organizzativa:
Archeologia Viva Via Bolognese 165, 50139 Firenze
Tel: +39 055 5062302 | info@tourisma.it | www.tourisma.it