Posted on

Una storia fiorentina, sulle tracce del vicino oriente islamico

Firenze e la cultura islamica.

Consulta l’anteprima del volume, acquistalo in formato carta o ebook!

Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale


Il comunicato stampa dal sito dei Laboratori San Gallo:

Una storia fiorentina: sulle tracce del Vicino Oriente islamico

Anche quest’anno saremo a TourismA, la grande kermesse di archeologia e turismo, con importanti novità!

L’evento, che si svolgerà dal 22 al 24 febbraio al Palazzo dei Congressi di Firenze, ormai si conferma, sia a giudicare dalla lista degli espositori sia leggendo il denso programma di eventi, quale appuntamento irrinunciabile di incontro, confronto e riflessione fra il mondo dell’archeologia professionale e il suo pubblico.

Noi di Laboratori Archeologici San Gallo parteciperemo, per il quarto anno consecutivo, con un nostro stand: una piccola vetrina cui è affidato il compito di far conoscere i servizi archeologici e culturali che offriamo. #viaggio #scoperta e #oriente saranno per noi le parole d’ordine di questa nuova edizione.

Infatti, quest’anno c’è una sorpresa in più: siamo lieti di presentare, nella splendida cornice di TourismA, il nostro primo prodotto editoriale: Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale.

Il progetto, a cura di Laboratori Archeologici San Gallo, è stato realizzato con il contributo della Talal Abu Ghazaleh Organization per la casa editrice fiorentina All’Insegna del Giglio e ha avuto la supervisione scientifica di un esperto del settore, il professore Giovanni Curatola, dell’Università di Udine, e del professore Guido Vannini, ordinario di Archeologia Medievale dell’Università di Firenze e direttore della Missione Archeologica “Petra Medievale”.

L’idea di questa guida, che propone al viaggiatore o al fiorentino curioso a una passeggiata insolita e “tematica” per Firenze, ha iniziato a prendere corpo durante la progettazione della mostra internazionale Da Petra a Shawbak, archeologia di una frontiera, svoltasi nella Limonaia di Palazzo Pitti nel 2009. Nel percorso espositivo, infatti, furono integrate delle “citazioni fiorentine”, cioè dei rimandi che, partendo da specifici manufatti presenti in mostra, portavano alla scoperta di parte di quel patrimonio prodotto dalla cultura islamica medievale e rinascimentale conservato nei musei della città.

Una lunga tradizione di  scambi politici e culturali con l’Oriente islamico (come ha ben illustrato la recente mostra L’Islam e Firenze conclusasi lo scorso settembre) ha portato a Firenze sin dal Medioevo manufatti di eccezionale valore, oltre che influenzato alcune delle più importanti produzioni locali (le stoffe, le ceramiche…), andando ad arricchire non solo le collezioni museali della città ma anche lasciando molte e significative tracce nelle opere d’arte diffuse nel suo centro storico.

Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale disegna nelle sue linee sostanziali la storia di questi scambi e influenze culturali, attraverso alcune delle principali opere d’arte ancora visibili in città. Racconta, inoltre, le vicende delle collezioni e dei collezionisti, dai Medici al Novecento, che meglio rappresentano le origini, le motivazioni e le evoluzioni del gusto per l’Oriente islamico. Vi sono infine alcuni suggerimenti per percorrere in autonomia un itinerario extra-museale per esplorare, alla luce di queste informazioni, il centro storico di Firenze, grazie anche ad una semplice mappa tematica.

La guida esce adesso in italiano, e sarà in vendita a TourismA, mentre nei prossimi mesi pubblicheremo la versione in lingua inglese, dedicata ai turisti non “mordi e fuggi”, e in lingua araba, dedicata, perché no, anche ai nuovi cittadini che avranno voglia di conoscere un po’ di storia… condivisa!

Vi aspettiamo quindi domenica 24 febbraio in Sala 4, alle ore 16:30 per l’evento “Una storia fiorentina: sulle tracce del Vicino Oriente islamico” (qui il link all’evento Facebook e qui al sito di TourismA).

Chiara Marcotulli


Alberto (Angela) chi? Vi aspettiamo oggi pomeriggio a #tourismA2019 per presentare la nostra guida… Ci sarà anche il firma copie! 😂😂😂

Pubblicato da Laboratori Archeologici San Gallo su Domenica 24 febbraio 2019

Pubblicato da Laboratori Archeologici San Gallo su Lunedì 25 febbraio 2019

Pubblicato da Laboratori Archeologici San Gallo su Lunedì 25 febbraio 2019

Posted on

Firenze e la cultura islamica

Firenze e la cultura islamica.

FIRENZE – Palazzo dei Congressi
Con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019

Sala 4, ore 16:30 – 18:00

UNA STORIA FIORENTINA
Sulle tracce del Vicino Oriente islamico

A cura della Cattedra di Archeologia medievale – Università di Firenze

Presentazione di:
Firenze e la cultura islamica. Una guida essenziale
edizioni All’Insegna del Giglio

Realizzazione: Laboratori Archeologici San Gallo
Supervisione scientifica: Guido Vannini e Giovanni Curatola
Con il contributo di: Talai Abu Ghazaleh Organization.

Michele Nucciotti, Chiara Marcotulli, Elisa Pruno
Laboratori Archeologici San Gallo spin-off accademico Università di Firenze

Ingresso libero e gratuito

Posted on

Iconografia e archeologia del banchetto nel Vicino Oriente antico

Iconografia del banchetto.

Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Polo Museale della Toscana)

Iconografia e archeologia del banchetto nel Vicino Oriente antico

Relatore Sebastiano Soldi

(Museo Archeologico Nazionale di Firenze)

Giovedì 15 Febbraio 2018 – ore 17,00

Museo Archeologico Nazionale – Piazza Ss. Annunziata, 9b – Firenze

(ingresso gratuito)

www.polomusealetoscana.beniculturali.it

www.museoarcheologiconazionaledifirenze.wordpress.com

Invito “Iconografia e archeologia del banchetto”.