DA PLACENTIA A PLACENCIA. Trasformazione della morfologia urbana di Piacenza dall’età tardoantica all’alto Medioevo

61,00

Autore: Mattia Francesco Antonio Cantatore
Anno di stampa: 2023
ISBN: 9788892852471
e-ISBN: 9788892852488

Descrizione

La città di Piacenza è una delle sedi urbane più importanti per l’alto Medioevo dell’Italia settentrionale. Dopo una florida stagione di studi tra gli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, è stata oggetto di riflessioni e analisi soprattutto legate al cospicuo corpus documentario, che con il dato archeologico hanno faticato spesso a trovare un concreto punto di incontro. Questa ricerca parte dalla necessità di mettere in comunicazione i diversi tipi di fonti e tentare di proporre una lettura articolata sulla città, nelle trasformazioni avvenute tra la tarda Antichità e l’alto Medioevo. La messa a sistema dei dati derivanti dalla schedatura degli scavi urbani e delle fonti scritte, qui sostanziati in due dettagliati cataloghi, ha permesso di restituire un quadro complessivo sull’evoluzione cittadina tra l’età romana e il X secolo. La recente edizione delle carte piacentine fino a tutto il IX secolo e il crescente numero di indagini archeologiche urbane hanno consentito di gettare, quindi, una nuova luce sul paesaggio urbano, sulla vita economica, sociale e culturale di Piacenza.
Mattia Francesco Antonio Cantatore (Ph.D.), archeologo medievista, è un libero professionista che collabora attualmente con gli insegnamenti di Archeologia Medievale e Metodologia della ricerca archeologica dell’Università di Verona. Oltre a dirigere le indagini archeologiche presso la Cattedrale di Piacenza (PC), ha partecipato a diversi progetti pluriennali con compiti di direzione tecnica del cantiere. Tra di essi si segnalano gli scavi presso il villaggio alpino di Piuro (SO), la pieve di Santa Maria in Castello di Toano (RE), la pieve di Santa Maria di Castellarano (RE), il castello di Canossa (RE) e le necropoli di Falaj A’ Souq e Yenpa nella regione di Al-Bātina in Oman.
Sommario
  • Prefazione, di Maria Luisa Laddago, Marco Podini
  • Presentazione, di Andrea Augenti
  • Introduzione

1. Metodologia della ricerca

  • 1.1 Premessa
  • 1.2 Gli archivi della Soprintendenza e la documentazione di scavo
  • 1.3 Gli scavi: una ricognizione di materiali e contesti
  • 1.4 Le fonti scritte
  • 1.5 Il geodatabase e i cataloghi
  • 1.5.1 Il geodatabase: software e struttura
  • 1.5.2 I cataloghi: una breve guida

2. Geomorfologia

  • 2.1 Contesto geomorfologico
  • 2.2 La geomorfologia di Piacenza

3. L’organizzazione urbana

  • 3.1 L’impianto urbano e la rete stradale
  • 3.1.1 L’impianto urbano
  • 3.1.2 Il foro
  • 3.1.3 La rete stradale extraurbana
  • 3.1.4 La città vista dai suoi abitanti
  • 3.2 La gestione delle acque
  • 3.2.1 Condotti fognari, acquedotti e pozzi
  • 3.2.2 Canali
  • 3.3 Le fortificazioni urbane
  • 3.3.1 La cortina muraria e le torri
  • 3.3.2 Le porte urbiche
  • 3.3.3 L’argele/argile
  • 3.4 Necropoli, sepolture e topografia sacra
  • 3.4.1 Necropoli e sepolture
  • 3.4.2 Topografia sacra
  • 3.5 L’Edilizia pubblica e privata
  • 3.5.1 L’edilizia pubblica
  • 3.5.2 L’edilizia privata
  • 3.6 Le attività produttive e artigianali e i commerci
  • 3.6.1 Le attività produttive e artigianali
  • 3.6.2 I commerci

Conclusioni

  • Premessa
  • La città romana
  • La città tardoantica
  • La città altomedievale
  • Un breve bilancio

Catalogo degli scavi e dei ritrovamenti (Cs)

Catalogo degli elementi del paesaggio da fonti scritte (Cf)

Bibliografia

Informazioni aggiuntive

Peso1,360 kg
Dimensioni21 × 29,7 × 1,9 cm
Autore

Numero e serie

7, Storie di Paesaggi Medievali

Luogo di stampa

Sesto Fiorentino (FI)

Anno di stampa

Tipologia

Libro

Pagine

326

Illustrazioni

illustrazioni in bianconero e colore

Legatura

brossura

ISSN

ISBN

e-ISBN

Lingua

italiano

Open Access

Licenza Creative CommonsQuest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.